Scritto da Blog

DALL’ALTRA PARTE DELLA CONSULENZA : la voce di mamma Chiara

mani mamma piedi neonato

Quando nasce un figlio, nasce una mamma. In effetti il grande dono della maternità per me è proprio questo: rivivere il mondo con gli occhi dei miei figli e ristabilire un tempo zero per noi.

Eh, mica facile però. È meraviglioso vederli fare i primi piccoli movimenti, è un miracolo vedere come ti guardano con gli occhi pieni d’amore, ti toglie il fiato vedere come scoprono il respiro, la voce, la mamma. Un universo incredibile da scoprire insieme. I primi piccoli movimenti in questo mondo, infatti, li compie il bambino ma anche noi mamme.
Tu sai che sei la mamma, ma non sai come si fa. Allora ti potresti scoprire fragile, impaurita o anche no. Per esempio l’allattamento al seno è una grande metafora di come si inizia il percorso insieme: alcuni bimbi si attaccano subito,altri no, alcune mamme si mettono presto a proprio agio, altre meno.

Io sono mamma bis.
Eppure sono due mamme: ripartita due volte da zero. Una volta sono nata insicura e ho rinunciato ad allattare, la seconda sono nata lo stesso insicura, però ora sto allattando.

Avere l’appoggio di una professionista come Elena in questo momento del nostro percorso è stato fondamentale per noi. È riuscita, con grande dolcezza, a farci sentire a nostro agio aiutandoci ad abbassare le aspettative e attutendo regole e rigidità. Facendo presente che, prima di tutto, esistiamo noi, all’interno della relazione madre figlio. E che l’unica cosa che conta è esserci, così come si è. Così come anche i bimbi sono quello che sono. Rispettare questa unica grande regola è un lavoro di tutta una vita, che parte dal primo attacco.

Nel nostro caso l’inizio dell’allattamento è durato un mese, a più riprese. La nostra più grande conquista è stata creare uno spazio nel cuore, dove tutto va bene esattamente così com’è, con o senza difficoltà, con o senza aspettative.

Le competenze di Elena hanno dato voce a quello che i nostri cuori si stavano già dicendo senza sentirsi. Il nostro è un allattamento felice, anche perché siamo stati aiutati a comunicare nel modo giusto nell’unica lingua possibile, quella dell’ amore. Punto.
Quindi grazie. Ci si ama sempre, ma ci si ama meglio.
Grazie Elena che con la tua pazienza e il dono dell’empatia ci hai insegnato il valore della relazione profonda, delle pause, dell’accettarsi. Grazie che ci hai mostrato i lati eterni del coccolarsi, tra le braccia e nell’anima. Senza il tuo aiuto forse tutto questo non sarebbe stato così. Grazie che mi fai sentire una madre migliore, anche se la mamma non smette mai di imparare. Grazie ci hai restituito il tempo come valore. Tutto questo prezzo non ne ha!

Mamma Chiara

(Visited 337 times, 1 visits today)
Close